Innocent clerk + You are me

Questo è il primo post dedicato ad introdurre le piccole selezioni di libri disponibili in visione gratuita durante le attività che si svolgono in Red Room.
Una piccola cassetta della frutta nella camera oscura a Milano che conterrà dei titoli, a rotazione, presi dalla mia libreria privata che contiene centinaia di titoli...una risorsa a Milano per visionare titoli a volte di difficile reperibilità.

Innocent clerk + You are me sono due titoli editi da Cloro ed Insect Panic con il loro progetto Lato Paper

Disponibili in visione sia la 'zine  (Innocent Clerk) che il libro (You are me).










Scrivo queste parole al lavoro perché sembra che riesco a concentrarmi meglio quando sono al lavoro. Vivo a Pechino, una città grigia nella mia mente. Perché dico questo? Perché quando ero alle medie, lessi un libro illustrato. C'era un artista del collage sopra. Gli piaceva usare stoffa e inchiostro. Usava questi materiali, forse perché influenzato dalla pittura a inchiostro cinese, o forse perché era nato in una città produttrice di carbone. Ho iniziato a studiare arte alle scuole medie. Mi piace molto dipingere, ma è difficile per me soddisfare i requisiti degli esami. Ho sempre desiderato qualcosa di diverso.

Ero un soldato in Tibet dopo essermi laureato e quando tornai accettai un lavoro organizzato dal governo. C'è un fiume al confine di casa mia. Mi piace giocare lì quando ero a scuola. Adesso vado a vederlo e sono frastornato. A volte scatto qualche foto. Oltre a ciò, prendo la metropolitana per andare al lavoro sette giorni su sette, cinque giorni su sette, mi siedo nel mio ufficio, invento cose che non esistono, immagino storie di avventure nella mia mente e poi prendo la metropolitana per tornare a casa. Questa è la mia vita dopo il servizio militare.

A volte nei fine settimana scattavo qualche foto, altre volte andavo da qualche altra parte e passavo un pomeriggio intero su internet sbirciando nella vita degli altri e masturbandomi. Di notte io e i miei amici usciamo in strada o al bar per scattare foto alla folla notturna. Usare una fotocamera 4x5 per scattare foto in luoghi pubblici è entusiasmante per me, sembra che io possa davvero vedere solo una persona nel mirino buio. Solo uno o due, ovviamente. Due anni fa, un mio amico mi ha regalato una copia del sutra buddista. Potrei leggerlo e recitarlo. Era nella mia stanza disordinata.

C'era sperma sul pavimento e c'erano mie foto sul tavolo. Non mi sono preso la briga di riordinarli, c'era una sedia speciale con sutra buddisti sopra che volevo leggere prima di andare a letto. Ho chiuso gli occhi per un'altra settimana. Questa è la mia vita. E la mia fotografia.


Zeng yi Li 李也曾一

Commenti

Post più popolari